Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Ascolta “Leo Pari: ecco come sarà il prossimo album” su Spreaker.

Siamo nel backstage del Cortile Cafè di Bologna, seduti su due poltrone e pronti per registrare: ecco una nuova intervista di Indie Bites, questa volta con Leo Pari.

«C’è un’atmosfera magica a Bologna, ogni volta che vengo qui sono sempre contentissimo. È un posto dove si respira arte, si respira musica, è magica» ci confida Leo, che è arrivato nel capoluogo emiliano con il suo tour prima dell’uscita del nuovo album. «Io sono sempre in giro. Vivo a Roma, che è la mia città, sono molto affezionato a Garbatella. Però non soffro la partenza. Vivo tra Roma e Milano, in quest’ultimo periodo per chiudere il disco, e poi sono in giro per il tour».

Leo Pari è un artista che vanta una decennale esperienza nel mondo della musica italiana, con collaborazioni eccezionali. Ha prodotto il disco di grande successo Superbattito di Gazzelle, disco che lo porterà definitivamente sotto i riflettori nazionali; suona nei The Giornalisti, pre e post Tommaso Paradiso; è autore di brani per artisti famosi in tutta la nazione, non ultimo Superbowl di Elodie. Ci si chiede quindi, come mai Leo Pari non riempia i palazzetti: «Vorrei saperlo anch’io! Di certo ci vuole bravura, talento e fortuna. Poi sarà anche che ho sempre anticipato i tempi. Per esempio, il mio album Spazio (uscito nel 2016) è stato il motivo per cui Gazzelle mi ha chiesto di produrre il suo album e Tommaso (Paradiso ndr) e Marco Rissa mi hanno chiesto di suonare con loro»

Il nuovo album

«Con i primi album avevo preso una matrice totalmente cantautorale-folk. Da La metro C in poi ho preso una strada elettronica. Quest’elettronica si è sviluppata prima con Spazio e poi con Hotel Califano, che è totalmente electro».
E il nuovo album?
«Con il nuovo album si torna alle radici. Ci sarà l’elettronica, ci sarà il sound contemporaneo. Ma ci saranno chitarre acustiche, chitarre elettriche, basso. Ho provato un ritorno alle origini, a sonorità più calde»

Di questo e molto altro abbiamo parlato in questa intervista che puoi ascoltare cliccando sul player in alto. Se vuoi dirci la tua, lascia un commento qui sotto!

Non dimenticare di seguirci su Instagram e di iscriverti al canale Telegram, per rimanere sempre aggiornato sulle novità del podcast!