Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Ascolta “Hey Ya, la radio e la storia di un (in)successo” su Spreaker.

Avete mai avuto quella sensazione di deja-vu, magari in macchina, quando ascoltando una canzone dite “io questa l’ho già sentita da qualche parte”? Oggi scopriamo perchè vi venga in mente.

La puntata di oggi è un inedito, un esperimento: vi racconterò una storia che ha dell’incredibile. Come ogni storia che si rispetti ha dei protagonisti. In questo caso, sono due: un gruppo molto famoso negli Stati Uniti a inizio millennio, ovvero gli OutKast, e la loro canzone più di successo, Hey Ya!.

Da top a flop

Forse non tutti lo sanno, ma Hey Ya! non è sempre stato un successo fin dall’inizio. A fine estate 2003, gli OutKast la pubblicarono in tutte le radio e alla Arista Records, l’etichetta discografica del duo, erano sicuri sarebbe stato un successone. Ma così non fu.

Nonostante le radio passassero Hey Ya! più volte al giorno, gli ascoltatori cambiavano canale e non volevano averci niente a che fare. Era diventato un flop che costava milioni di dollari: la Arista Records non poteva permetterselo. Eppure tutti noi ricordiamo quell’autunno del 2003 come l’autunno di Hey Ya!, come un periodo durante il quale, volenti o nolenti, le radio passavano solo ed esclusivamente il successo degli OutKast. Come è stato possibile? Come è potuto succedere?

Per scoprirlo ti basta fare play sul player in alto e ascoltare la nuova puntata di Indie Bites!

Non dimenticare di seguirci su Instagram e di iscriverti al canale Telegram, per rimanere sempre aggiornato sulle novità del podcast!

Ehi! Non sai dove ascoltare questa puntata? Niente paura, clicca sul tuo player preferito!